Storia dei dispenser: a cosa servono e utilizzi più frequenti

Come indica il suo nome, il dispenser è uno strumento che serve per dosare il cosmetico tramite un erogatore, in modo tale da semplificare l’utilizzo del prodotto, garantendone la sicurezza e le sue proprietà. Shampoo, Balsami, Bagnodoccia, Hair and Body Wash, Saponi liquidi sono generalmente i prodotti più utilizzati nei dispenser per Hotel.

Progettato in America negli anni ’80, questo dispositivo ha immediatamente incontrato l’apprezzamento dei consumatori, ottenendo un notevole successo di mercato, sia per uso domestico, sia soprattutto nelle strutture pubbliche e alberghiere.
Oggi sempre più hotel preferiscono utilizzare i dispenser rispetto alle tradizionali mini-size. I dispenser sono decisamente più ecologici perché contengono molto più prodotto, si evitano gli sprechi e in generale sono una scelta più sostenibile: meno volume, meno costo e trasporto, meno inquinamento, meno plastica, meno stoccaggio e meno smaltimento.
Inoltre la scelta di utilizzare solo plastiche 100% riciclabili, come per i dispenser di Albogroup, è alla base di ogni scelta sostenibile Albogroup fornisce anche cosmetici solidi per hotel.

Dispenser per Hotel di lusso: il futuro

I dispenser per strutture alberghiere devono sempre rispettare le norme di sicurezza ed essere facilmente utilizzabili, anche da bambini e persone portatrici di handicap.


Nella stragrande maggioranza dei casi, questi accessori sono fissati al muro, per consentire un impiego pratico e facile.


Inoltre, soprattutto nelle strutture di lusso, il loro design si presenta molto curato e perfettamente adattabile allo stile dell’arredamento, anche perché ormai le stanze sono anche luoghi in cui prendersi cura del proprio benessere.


La possibilità di sostituire le mini taglie (comunque dispendiose dal punto di vista economico e impegnative per gli operatori delle pulizie che quotidianamente devono sostituirle) con dispenser a parete che garantiscono un lungo utilizzo oltre a ottime caratteristiche, costituisce senza dubbio un punto di forza delle strutture di accoglienza.

È sempre più frequente che i luxury hotel siano attrezzati con dispenser per sapone liquido, la cui scelta può essere anche decisa dal cliente in base a un’ampia gamma di proposte disponibili.


Questi accessori rappresentano pertanto il futuro nel settore cortesia delle strutture alberghiere di ogni categoria ma soprattutto di quelle a cinque stelle, dove ogni particolare viene studiato con la massima attenzione, per migliorare la compliance con la clientela e quindi la loro soddisfazione.

Vantaggi del dispenser

In seguito alla messa a punto di questa nuova impostazione detergente nacquero dunque i dispenser, i cui vantaggi sono:

  • estrema praticità d’impiego, che prevede unicamente di premere la pompetta erogatrice per disporre di un quantitativo definito di sapone liquido;
  • facilità d’uso, che rende questi accessori la scelta migliore anche per bambini, anziani e persone disabili;
  • massima sicurezza dal punto di vista igienico, dato che il prodotto è chiuso dentro a un contenitore sigillato;
  • risparmio economico in quanto viene erogata soltanto la quantità di prodotto utile a lavarsi le mani;
  • minore impatto ecologico conseguente al risparmio di materie prime e quindi di emissioni inquinanti nell’ambiente;
  • maggiore maneggevolezza da parte del personale per le pulizie che può quindi velocizzare i tempi di preparazione della stanza da bagno;
  • facilità di sostituzione sui supporti a muro (fissi);
  • chiara visibilità del contenuto che permette il cambio di dispositivo soltanto quando serve.

Grazie a tutti questi innegabili vantaggi, sono sempre di più gli Hotel di lusso che si orientano verso l’impiego di dispenser per sapone liquido che, tra l’altro, contribuiscono anche a migliorare l’estetica degli ambienti, personalizzandone lo stile con raffinata eleganza.


Secondo Albogroupitaly.com, azienda che si occupa dell’eccellenza nel settore degli accessori da bagno per Hotel di lusso, i dispenser sono destinati ad avere un sempre maggiore successo.

Un dispenser può diventare un oggetto di design?

Ci sono oggetti di design famosi che hanno rivoluzionato l’arredo della casa a partire dalla fine dell’Ottocento. Grazie alla nascita della corrente del Bauhaus negli anni Venti un vero e proprio boom di oggetti di design, destinati non solo alle fasce alte della società, ma anche ad un pubblico più vasto ed eterogeneo che ha cominciato ad apprezzare il bello. Un’evoluzione che raggiunge il suo apice con una vera e propria esplosione creativa negli anni Sessanta.
Protagonisti di queste stagioni, oggetti diventati icone che hanno trasformato per sempre gli ambienti, dalla cucina al soggiorno, grazie a una nuova idea di funzionalità, più vicina alle esigenze e alle sensibilità moderne. Le case, del resto, sono diventate sempre più piccole nel corso del secolo passato e l’arredamento e gli accessori si sono adeguati alla vita frenetica che conosciamo oggi.
Tra gli oggetti di design più famosi si possono ricordare:

  • La Moka Bialetti, da Alfonso Bialetti, dal design Art Decò
  • La Sedia Tulip, entra nella lista di diritto la celebre Tulip Chair, creata da Eero Saarinen
  • La Lampada Arco Flos, della coppia creativa Achille & Pier Giacomo Castiglioni 
  • La Sedia Wassily progettata dall’architetto e designer di origine ungherese Marcel Breuer
  • La Pentola Le Creuset, forse la pentola più famosa al mondo
  • La Chaise-longue LC4 disegnata da Le Corbusier
  • La Poltrona Barcelona creata nel 1929 per l’Esposizione Internazionale di Barcellona
  • La Lampada Anglepoise progettata dal designer di automobili George Carwardine.

Grazie a questa innovativa energia creativa che ha attraversato tutto il Novecento siamo abituati oggi a vedere ogni oggetto non solo per la sua funzione specifica, ma anche come oggetto in quanto tale, nella sua armonia, nei suoi colori, nella sua forma.
Anche un semplice oggetto come un dispenser per hotel richiede un complesso processo di progettazione creativa per rendere questo semplice dispositivo un’oggetto di design moderno che si inserisce in modo armonico ed elegante nell’arredo di un bagno per Hotel. Per questo motivo Albogroup ha sviluppato delle forme esclusive per i suoi dispenser che permettono una massima personalizzazione del prodotto in collezioni specifiche. Puoi scoprire le collezioni dei dispenser di Albogroup direttamente qui.

Quanto si può risparmiare con i dispenser di sapone liquido?

Il sapone liquido, oltre ad essere adeguatamente dosato e quindi a non implicare sprechi di prodotto, richiede anche una bassa quantità di acqua contribuendo a un risparmio nei consumi.

Grazie alla sua formulazione ben bilanciata e igienizzante, un simile detergente elimina i batteri e mantengono la pelle liscia, idratata e nutrita.

Nella scelta dei dispenser, accessori indispensabili per poter utilizzare il sapone liquido, è necessario valutare alcuni aspetti, che consentono di risparmiare notevolmente.

Design del dispenser

La forma del dispenser di solito è cilindrica con una pompetta o un tappo dosatore per l’erogazione del prodotto.

I modelli più tradizionali, che sono a pressione, prevedono che il recipiente entro cui è immersa la pompa possa emettere il sapone dopo aver premuto l’erogatore.


Mentre quelli per uso domestico possono essere appoggiati sul lavandino, i modelli per Hotel, B&B, uffici e luoghi pubblici sono montati a parete.

Capacità del dispenser

È la caratteristica discriminante dei dispenser in quanto si riferisce alla quantità di sapone liquido che può essere contenuto nel flacone e che viene misurata in millilitri.

Maggiore è la capacità del dispenser e più lungo è il tempo di utilizzo, al termine del quale è sufficiente sostituire il contenitore inserendolo nel suo supporto.

Durata del prodotto

I requisiti qualitativi dei materiali costitutivi del dispenser influenzano non soltanto la sua resistenza, ma anche la longevità del prodotto, che deve rimanere inalterato per tutta la durata della carica di sapone.

Tipologia del sapone liquido

Bisogna sempre verificare che il dispenser sia in grado di erogare differenti tipologie di sapone liquido o altri cosmetici facendo riferimento a quelle che trovano maggiore impiego presso i consumatori.

Metodo di erogazione

I dispenser possono avere un’erogazione manuale (a pressione) oppure automatica (tramite sensori), questi ultimi progettati per evitare qualsiasi contatto con il dosatore.

È sempre consigliabile optare per dispenser di buona qualità, facilmente sostituibili, con un sistema di distribuzione facile e soprattutto realizzati con materiali ecologici come i dispenser di Albogroup che sono realizzati in plastica 100% riciclabile.

Anche se le differenti situazioni condizionano i costi complessivi, di solito si considera che l’uso di dispenser garantisca un grande risparmio di prodotto.
Per avere maggiori informazioni sulle caratteristiche specifiche dei dispenser per Hotel di Albogroup puoi consultare direttamente la pagina tecnica Design Collection, oppure scegliere tra le molte collezioni di dispenser disponibili.

Hotel a 5 stelle di lusso: quali sono i requisiti?

Quando si cerca un luogo ideale per rilassarsi, con spazi e tempi definiti con efficienza e un team di professionisti sempre pronti a soddisfare ogni necessità, la soluzione migliore è sicuramente un hotel di lusso.
Questo tipo di struttura viene scelto non solo per l’eleganza, la comodità e i numerosi servizi erogati, ma anche e soprattutto perché rispetta determinati standard, molto elevati, al fine di poter mantenere il prestigioso titolo di hotel a 5 stelle.

Un hotel di lusso deve soddisfare una serie di criteri che riguardano la struttura alberghiera, il numero e la collocazione delle stanze e i servizi erogati dal personale. In un lussuoso albergo è importante anche mantenere una buona immagine, ordinata e curata, anche nella ricercatezza ed eleganza della divisa.

Cosa deve avere un hotel a 5 stelle?

Tutti gli standard di qualità, una volta raggiunti, devono essere mantenuti nel tempo al fine di conservare tutte le stelle acquisite.
Tra i requisiti ci sono anche le hotel amenities di qualità, con collezioni particolari, anche personalizzate con il marchio dell’hotel: un vero e proprio servizio di benessere.
Infatti, i prodotti di cortesia non devono essere sottovalutati, in quanto partecipano attivamente alla riuscita di un soggiorno emozionante e confortevole, garantendo la cura del corpo e momenti di relax. I clienti potranno usufruire di prodotti di qualità tra cui l’amatissimo sapone solid body wash dal moderno e affascinante design: tra i migliori disponibili in commercio ci sono quelli realizzati da Albogroup, leader nel settore della produzione di cosmetici innovativi per hotel.

Descrizione di un hotel di lusso

Un hotel di lusso deve avere, innanzitutto, una struttura progettata in modo da consentire privacy nelle camere e adeguati spazi comuni.
Ogni hotel a cinque stelle deve garantire, quindi, la presenza di almeno 7 camere, di cui 3 aventi le caratteristiche di una suite. Le stanze devono possedere le misure stabilite dalla legge, per cui le singole devono essere non più piccole di 9 mq, mentre le doppie almeno di 16 mq; se vengono aggiunti dei letti, devono essere presenti almeno 6 mq aggiuntivi, mentre i bagni non possono avere una superficie inferiore ai 5 mq. Rispetto all’arredamento, invece, troviamo la presenza obbligatoria di poltrone, una tv satellitare, un telefono per le chiamate esterne, oltre alla cassetta di sicurezza e il materiale privato, fornito di tutti i comfort.
Gli ospiti potranno beneficiare, infatti, di accessori come:

  • set cortesia
  • asciugacapelli
  • cestini e asciugamani sempre puliti

È importante sottolineare che ogni stanza deve essere insonorizzata, consentendo un ottimo riposo e la massima riservatezza.

Gli spazi comuni di un albergo di lusso presentano una sala ristorante, un servizio bar, un’area soggiorno dedicata allo svago o alla lettura, una zona predisposta per la colazione e un’area riservata per le riunioni di lavoro e i meeting aziendali. Ognuno di questi spazi deve disporre, oltre alle sue peculiari funzionalità, anche di tutti i servizi igienici, di un deposito bagagli e di una stanza utilizzata come guardaroba.

Per quanto concerne le dotazioni, infine, tutti gli hotel costruiti su almeno due livelli, devono avere obbligatoriamente un ascensore per gli ospiti, uno di servizio o un montacarichi. Inoltre, per un soggiorno sempre confortevole durante tutto l’anno, è indispensabile che ogni spazio dell’albergo sia riscaldato in modo efficiente in inverno oppure che sia garantita l’aria condizionata nei mesi più caldi. Il clima deve essere sempre ideale, per un’esperienza di benessere totale grazie alla presenza di aria sempre pulita e salutare.

I servizi garantiti da un hotel di lusso

Tra i servizi garantiti da un hotel di lusso troviamo, in primo luogo, un servizio di accoglienza e ricevimento attivo 24 ore su 24, con personale qualificato in grado di parlare almeno tre lingue.
Deve essere anche assicurata la presenza di un portiere notturno e di un servizio bagagli sempre disponibile.
Per quanto riguarda le camere private, deve essere garantito un sistema di custodia per i beni di valore, con la presenza di cassette di sicurezza in ogni stanza.
Il servizio bar può essere richiesto direttamente dalle stanze ad ogni ora, sia di giorno che di notte, mentre al bar dell’hotel un addetto dello staff è disponibile 16 ore su 24.
Per un comfort totale, inoltre, anche i servizi di ristorazione sono a portata del cliente che, a seconda delle proprie esigenze e preferenze, può richiedere sia la colazione che i pasti in stanza, oppure mangiare nella sala ristorante.

Rispetto alla pulizia delle camere, invece, questa viene effettuata rigorosamente una volta al giorno ed è a discrezione del cliente richiedere che non avvenga quotidianamente (ad esempio, per motivi personali legati a scelte etiche o per il rispetto dell’ambiente): non solo, è previsto, generalmente, anche un riassetto nel pomeriggio. La pulizia in un hotel a cinque stelle è impeccabile e si accompagna ad altri servizi accessori indispensabili per un soggiorno di lusso, come ad esempio le attività di lavaggio, stiratura e consegna della biancheria in giornata.
Sono garantite altre comodità degne di nota, come il parcheggio comodamente in loco 24 ore su 24 per i veicoli degli ospiti, l’utilizzo della rete internet tramite wi-fi in ogni camera e spazio comune, ma anche la possibilità di usufruire di un servizio di fax e fotocopiatrice, oltre a postazioni informatiche.

Chi decide quante stelle ha un hotel?

Le strutture alberghiere che rispettano tutti i requisiti e gli standard di cui abbiamo discusso ricevono le prestigiose 5 stelle, un riconoscimento di qualità della propria immagine e dei servizi erogati. In passato, a qualificare un hotel e, quindi, a decidere il numero di stelle, era la Regione o, addirittura, il Comune in cui si trovava la struttura ricettiva: ciò creava criteri molto eterogenei che non garantivano il rispetto di determinati standard.
Dall’emanazione del Decreto del 2008, invece, in Italia esistono precisi requisiti da valutare e ad assegnare il numero di stelle all’albergo è il personale della Provincia. Esperti qualificati sono delegati a ispezionare la struttura e a valutare tutte le sue caratteristiche, al fine di classificarla adeguatamente e in modo coerente con i parametri nazionali. Tutte le misure valutative devono essere applicate ad ogni hotel di nuova costruzione, così come agli hotel che decidono di ristrutturare e fare dei cambiamenti interni o esterni all’edificio.
Qualora non vengano mantenuti nel tempo i requisiti definiti dalla legge, gli hotel potrebbero, quindi, retrocedere di categoria, in base alla qualità degli spazi e dei servizi offerti.

Nel resto d’Europa, invece, sono stati definiti degli organi appositi: in particolare, l’Hotrec-Hospitality Europe è un consorzio che racchiude ben 40 associazioni di categoria provenienti dall’Unione Europea e le federazioni alberghiere di 10 Paesi differenti. Questa organizzazione ha stabilito dei criteri comuni per tutti i Paesi membri, che devono essere rispettati e supervisionati: le norme sono state racchiuse all’interno di un documento noto come Hotelstars Union, ovvero un sistema unificato di classificazione delle strutture alberghiere. Altri Stati, invece, come ad esempio la Francia o il Regno Unico, continuano ad avere standard nazionali, come ancora accade in territorio italiano.


Cosa aspetti? In un hotel di lusso vivrai momenti di benessere e relax unici, grazie al rispetto di elevati standard di qualità.

Cosa sono le Hotel Amenities e perché sono importanti?

I voli low cost e le limitazioni dettate dal Corona virus, sul trasporto bagagli, hanno reso ancora più apprezzabili le hotel amenities. Trovare al proprio arrivo nella camera di una struttura ricettiva prodotti di cortesia che ti aiutano a farti sentire a casa è un elemento che resta impresso quando si è in viaggio e che molte volte fa la differenza nella scelta di una struttura dove soggiornare. Questi prodotti cosmetici contribuiscono a rendere il soggiorno una vera esperienza di benessere e comunicano agli ospiti attenzione, eleganza, ricercatezza, emozioni e anche coccole.
La qualità e lo stile di un albergo o di qualsiasi struttura ricettiva si differenziano anche dalla scelta delle amenities. Comprare all’ingrosso anonime bustine monodose di shampoo o saponi, per lasciarli nei bagni delle camere, è un gesto che se pur può consentire talvolta un modesto risparmio, può avere degli effetti negativi come generare ricordi poco piacevoli negli ospiti che ne usufruiscono.
Investire nelle hotel amenities personalizzate e di qualità, oltre a fornire un servizio utile ai propri ospiti, è un grande investimento in pubblicità indiretta che consente di fidelizzare la propria clientela.

Cosa si intende e qual è il significato di amenities?

Il vocabolo inglese amenity o il suo plurale amenities, collegato alle strutture ricettive, indica tutti i servizi e comfort necessari per rendere piacevole e confortevole il soggiorno dell’ospite.
Traduce con un inglesismo il concetto italiano di: prodotti di cortesia. Un tempo venivano considerate amenities anche i servizi che oggi costituiscono degli elementi essenziali nella classificazione di una struttura ricettiva, come la fornitura di asciugamani, phon, frigobar. Ciò non toglie che anche nella fornitura degli asciugamani ad esempio, ci si possa distinguere scegliendo dei tessuti morbidi e qualitativamente alti, così come nei prodotti che si utilizzano per il rifornimento del frigobar si può optare per prodotti di qualità, prediligendo dove possibile i prodotti biologici.
Il paniere delle offerte è abbastanza vasto: saponette, shampoo e bagno schiuma, le hotel amenities o prodotti di cortesia, si arricchiscono ogni giorno di nuovi e utili accessori.
Le hotel amenities delle strutture più all’avanguardia oggi contemplano servizi diversi che vanno di pari passo con i tempi e con le nuove esigenze di chi, per lavoro o per diletto, va in giro per il mondo. Wi-fi gratuito e prese dedicate allo smartphone e al laptop, tv ad alta definizione o servizio smart tv, salette attrezzate per lo smart working. A questi si aggiungono sempre più spesso i servizi dedicati al lifestyle e al wellness come l’ingresso diretto in spa, fitness in palestra o meglio ancora il servizio di personal trainer, massaggi personalizzati e il beauty center per rendere unico e piacevole il soggiorno e soprattutto, il ricordo di una vacanza.


La loro scelta non è da sottovalutare.
La qualità e il confezionamento delle amenities da bagno, ad esempio, sono il primo segnale di benvenuto che si dà a chi sceglie di soggiornare in una struttura ricettiva.
Le hotel amenities restano impresse più di quanto si possa immaginare. I prodotti di cortesia personalizzati, costituiscono la prima forma di pubblicità indiretta che consente di avere un feedback immediato.


Il massimo nell’offerta delle hotel amenities, viene raggiunto e percepito negli Hotel 5 Stelle e nei Boutique hotel, i nuovi hotel di lusso la cui filosofia dà grande importanza alle amenities.
I Boutique Hotel per esempio sono piccoli alberghi che possono avere da 10 a un massimo di 100 camere, dotati di miniappartamenti dove l’arredamento è curato nei minimi particolari per far vivere all’ospite emozioni e sensazioni uniche.
Nati negli Stati Uniti per contraddistinguere i piccoli hotel con le loro offerte, oggi sono altamente presenti in Italia, soprattutto nelle città d’arte e ubicati per lo più nei centri storici e nei palazzi d’epoca.
Ogni location è particolarmente curata, a partire dall’arredamento in stile che non tralascia nessun particolare. Le amenities dei boutique hotel spaziano dalla scelta della morbidezza del cuscino, ai libri, ai tappeti, al bollitore per il caffè, per il tè e le tisane e ai ricercati servizi di tazze. Tra questi servizi un posto di rilievo rivestono le linee personalizzate dedicate alle amenities da bagno o alle toiletries.

Esempi di amenities per il bagno

Saponette, shampoo, shower gel, lozioni dopobarba, creme per il viso e per il corpo, le amenities dedicate al bagno, oltre agli immancabili asciugamani e tappetini, contemplano i prodotti dedicati all’igiene personale. Gli hotel che si vogliono contraddistinguere per stile e raffinatezza, aggiungono morbidi accappatoi, cuffie doccia o comode pantofole (meglio se ecologiche) e tanti altri prodotti che non possono che migliorare la permanenza dell’ospite nella struttura ricettiva.
Anche i Dispenser per Hotel sono sempre più presenti perché sono ecologici, riducono costi, trasporti e imballaggi rispetto alle tradizionali mini-taglie. Albogroup, con un occhio sempre attento alla sostenibilità, è altamente specializzata nella produzione di Dispenser per Hotel e, con le sue numerose e ricercate proposte, è un vero leader nel settore, offrendo anche servizi di personalizzazione e di produzione conto terzi.

Cosa sono invece le Toiletries?

Le toiletries, tradotto dall’inglese: prodotti per la toilette, sono più specificatamente le amenities dedicate all’igiene personale e cosmesi. Nelle toiletries degli hotel di qualità, hanno trovano largo spazio anche gli spazzolini da denti e il kit da barba, senza dimenticare la cosmesi dedicata ai servizi spa, pre e post trattamento.
Il mondo delle toiletries offerte dalle strutture ricettive più raffinate, è un mondo fatto di aromaterapia e coccole, quelle che le corse quotidiane spesso non consentono di regalarci. Il settore dei prodotti di cortesia è un settore dove un hotel può fantasticare e ampiamente personalizzare la sua offerta, acquistando prodotti di qualità o scegliendo di farsi confezionare conto terzi.
Le toiletries con il proprio marchio e con prodotti accuratamente selezionati, possono assumere l’aspetto di originali flaconi contenenti formule performanti, delicate sulla pelle, dai profumi ricercati, comunque sempre attenti all’ecosostenibilità.

Le amenities di Albogroup

Albogroup è un’azienda specializzata da 40 anni nella produzione di amenities per il bagno e toiletries, con prodotti dedicati al retail, in confezioni non solo monodose e monouso.
Alle linee personalizzate su richiesta di grandi catene alberghiere o di altre strutture ricettive, Albogroup aggiunge le sue linee di alta qualità, studiate appositamente per soddisfare le varie esigenze e rispettare i diversi stili e le mission che animano i vari relais, B&B o strutture ricettive, che vogliono differenziarsi nell’offerta del proprio soggiorno. Albogroup si rivolge principalmente ai distributori, specializzati in forniture per hotel, i quali possono scegliere tra le tante innovative ed eleganti linee di cortesia, oppure sviluppare progetti personalizzati.


Tra le tante, la linea Pure White, ad esempio, è caratterizzata dal colore bicromo bianco e nero dei suoi flaconi e delle sue bustine monodose. Questa linea è pensata appositamente per gli hotel e le strutture con un arredamento in stile classico e minimalista, ma si può adattare benissimo anche in bagni di design. Il bianco la fa da padrone, evocando la purezza, il candore e l’eleganza. Ai flaconi da 30 ml monodose, shampoo, shower gel e body lotion, in coordinato con le bustine monodose, Albogroup abbraccia l’ecosostenibilità con i mini saponi in carta e il Dispenser da 400 ml., che rappresenta la vera novità.
La linea Deep Black, doppia la Pure White, trasformando i colori con scritta bianca su sfondo nero.


Fiori d’arancio, mandarino, fresia, rosa mughetto, la magia del profumo floreale riporta alla filosofia zen che anima la linea Honami, il sinonimo con cui in Giappone si indica la sensazione inebriante e vitale che si percepisce al magico fiorire dei ciliegi.
La linea Honami pensata per le carezze dopo spa, è caratterizzata dai flaconi trasparenti da 40 ml, bustine monodose da 10 ml e saponette incartate da 20 gr. dai tenui e freschi colori pastello che riportano alla sensazione i paesaggi primaverili, e soprattutto con una proposta coordinata di Dispenser per Hotel in formato 400 ml, appositamente studiati con un supporto a muro di design.
Albogroup è particolarmente attenta al territorio, ai valori e allo stile italiano e per questo ha sviluppato linee di cortesia che guardano all’Italia, ai suoi magnifici profumi e alla sua natura. I dispenser della linea Italia ne sono un chiaro esempio. Chinotto, Vite rossa, Olivo, Mirto sono delle eccellenze italiane che si trasformano in linee di cortesia con un fascino unico.
Un inno alla natura e alla freschezza è anche la linea Neroli con la sua fragranza intensa, dolce e amara allo stesso tempo che racchiude il profumo dei paesaggi luminosi del Mediterraneo e la bellezza della tradizione. È un invito a fermarsi ed assaporare la vita.
Un discorso tutto particolare spetta invece ai nuovi prodotti cosmetici in forma solida che rappresentano il massimo in ecosostenibilità e rispetto dell’ambiente. Albogroup è leader nella produzione di questi prodotti totalmente senza plastica e la sua linea Solid.O Original è disponibile anche come mini-taglie per hotel: shampoo e docciaschiuma solidi altamente performanti, che fanno bene alla pelle, ai capelli e al pianeta.

Produzione conto terzi per Hotel Amenities di Albogroup

Con la sua pluriennale esperienza, l’azienda Albogroup produce diverse linee dedicate ai prodotti cortesia per catene alberghiere e strutture ricettive. Fra i suoi clienti vi sono importanti distributori del settore, sia italiani che internazionali e prestigiosi hotel che si vogliono distinguere anche nella qualità delle amenities e toiletries con cui farsi ricordare e fidelizzare i propri ospiti.
La personalizzazione avviene dopo aver accuratamente ascoltato le esigenze del cliente e con un attento progetto che non si limita a riportare il brand dell’hotel sul packaging, ma tende ad esaltare e a valorizzare la mission stessa del committente.
Tutte le linee di Albogroup sono personalizzabili secondo le richieste specifiche dei clienti, sia in termini di formule che di packaging.


Tante le linee dedicate agli hotel che l’azienda differenzia in stile, colori e fragranza. Per esempio, la prestigiosa Linea Argan dallo stile raffinato e particolarmente elegante e dalla profumazione ricercata. L’Olio d’Argan, conosciuto e amato in tutto il mondo, è alla base di questa linea hôtellerie. Il suo principio attivo, infatti, svolge un’azione emolliente, idratante e anti-age; questo lo rende un vero e proprio elisir di bellezza per la pelle. I Dispenser della Linea Argan, disponibili nella versione Liquid Soap e Hair and Body Wash sono prodotti di design e nello stesso tempo sono ecologici e moderni.
L’azienda mette in primo piano la salvaguardia del pianeta e l’ecosostenibilità, proponendo in ogni sua linea, i pratici flaconi da 300 o 400 ml e i saponi monodose in pratici incarti.
Accanto ai prodotti per l’igiene e ai cosmetici liquidi sono disponibili i classici saponi e saponette e gli innovativi cosmetici solidi plastic free: shampoo solidi, bagnoschiuma solidi, hair and body wash solidi. Albogroup è diretto produttore di questa innovativa tipologia di prodotti cosmetici solidi, anche come hotel amenties, e grazie alla sua ormai consolidata esperienza è leader anche nella produzione conto terzi di cosmetici solidi ecosostenibili.
La linea Solid.O e Solid.O Beba Lena per bambini soddisfano a pieno le esigenze degli albergatori che vogliono dare al loro hotel un’impronta di eco-sostenibilità. Questa linea si può personalizzare sia nel contenuto, anche con arricchimenti biologici, che nel packaging, studiato appositamente per i clienti più esigenti.

Erogatore di sapone e shampoo per Hotel, come funziona e dove acquistarlo

Ormai è chiaro che per evitare l’insorgenza di malattie e mantenere degli ambienti puliti, incontaminati e sicuri è necessario lavarsi spesso le mani. Comodo, pratico e semplice da usare, l’erogatore di sapone o shampoo per hotel è un sistema in grado di emettere sapone oppure shampoo o gel disinfettante per le mani con semplicità premendo la pompetta posizionata nella parte superiore del dispenser.
Si tratta di un dispositivo sempre più diffuso e utilizzato, in quanto le sue caratteristiche sono in grado di apportare numerosi vantaggi alla nostra quotidianità.

I dispenser di Albogroup, sistema Up and Down

Scegliere il dispenser per Hotel più adatto alla tua clientela può essere una decisione difficile, in quanto è necessario valutare le caratteristiche dei dispenser e l’uso che si desidera farne. Dei prodotti eccellenti e di elevata qualità sono i dispenser di Albogroup, sempre più scelti soprattutto dagli hotel.
La collezione è estremamente curata, a partire dal design, essenziale e personalizzabile. Infatti, l’azienda, leader nel settore di cosmetici e prodotti per alberghi di lusso, è riuscita a progettare dei dispenser molto belli e allo stesso tempo estremamente funzionali, perfetti per ogni attività che desideri distinguersi e acquistare il meglio.
Albogroup è sempre alla ricerca di innovazione e sostenibilità: nella produzione è molto attenta ad aspetti come la sostenibilità e il contenimento degli sprechi.
I due prodotti di punta della linea di dispenser sono due modelli unici ed estremamente curati, a partire dai nomi, Uranus e Neptune.

  • Uranus è un modello minimale, un dispenser da parete che contiene 400 ml di prodotto, con dosatore a pompetta. L’erogatore è costituito da PE riciclabile nella colorazione bianca o nera.
  • Neptune, invece, è un dispenser da parete Press & Wash, sempre da 400 ml e disponibile in nero e in bianco.

Entrambi i modelli hanno una banda laterale trasparente per permettere di verificare costantemente il livello del prodotto contenuto.
Una caratteristica peculiare di questi erogatori di sapone è il supporto da parete, che è coordinato al modello scelto ma anche interscambiabile tra i due modelli.
Infatti, da sottolineare è la presenza dell’innovativo sistema up & down, applicabile tramite l’impiego di due pratici tasselli. La sua struttura è progettata in modo tale da poter cambiare il dispenser in qualsiasi momento, semplicemente capovolgendo il supporto.
Grazie a questo sistema, qualora si decida di acquistare l’altro modello, cambiare il colore o personalizzarne il design, non sarà necessario fare ulteriori buchi alla parete, conservando intatta la superficie. La forma arrotondata e senza spigoli della struttura consente un ricambio veloce e una pulizia approfondita. Ogni modello presenta una chiave per sostituire il flacone in sicurezza.
Tra i punti di forza dei prodotti Albogroup sicuramente troviamo il connubio tra la bellezza del design e l’elevata funzionalità, ma anche e soprattutto l’attenzione alla sostenibilità. L’azienda ha progettato dei dispenser che, rispetto a quelli tradizionali, incontrano le moderne esigenze dei clienti, ovvero: volume ristretto, costi contenuti, attenzione ad aspetti come il riciclo, l’utilizzo della plastica, l’inquinamento e l’energia.
Tutti i modelli sono, infatti, 100% riciclabili.
Scegliere per la propria attività questi dispenser significa fare una scelta consapevole, nel rispetto dell’ambiente e delle proprie esigenze, riducendo notevolmente i consumi senza rinunciare all’aspetto estetico. Tutti i modelli, infatti, sono personalizzabili con una stampa sui flaconi: inoltre, è possibile inserire il proprio logo anche sul supporto e scegliere, a richiesta, dei colori esclusivi.

Erogatore di sapone: dove installarlo?

Gli esperti suggeriscono di affidarsi ad aziende qualificate nella produzione e nella vendita di erogatori di sapone. Ciò è molto importante anche per installare con successo i dispositivi per la pulizia delle mani.
Una volta acquistato, il dispenser può essere posizionato all’ingresso di un ufficio, di un locale o di una attività commerciale, così come in qualsiasi altro luogo di lavoro. Infatti, soprattutto nei luoghi pubblici, ovvero degli spazi in cui c’è un alto numero di persone, è davvero indispensabile posizionare uno o più erogatori, per garantire pulizia e sicurezza sia per i clienti che per il personale.
Uno dei luoghi in cui viene installato il dispenser di sapone è sicuramente il bagno.
Il dispenser permette di ottenere un doppio vantaggio per i proprietari di ristoranti, bar o altri locali commerciali: da un lato, consente una maggiore pulizia, dall’altra parte è una soluzione efficace anche dal punto di vista estetico. Infatti, il design moderno e minimale gli consente di essere installato dappertutto, senza che l’arredamento circostante ne risenta.

Rispetto al montaggio, oltre che scegliere la stanza in cui posizionarlo, dobbiamo chiederci anche se desideriamo installare un dispenser da appoggio oppure da parete. Comunque, le due decisioni sono interconnesse: infatti, nel caso del bagno, ad esempio, è di gran lunga preferibile un modello a parete, che può essere facilmente fissato al muro per mezzo di viti e tasselli o di uno speciale adesivo. Invece, nel caso di un’azienda, potrebbe essere meglio optare per un sistema da tavolo.
I saponi liquidi delle linee per hotel di Albogroup, disponibili nei suoi innovativi dispenser, rispondono a tutte queste esigenze di qualità: oltre ad avere un design innovativo e profumazioni raffinate e particolarmente piacevoli, sono anche saponi liquidi Made in Italy e dermatologicamente testati.

I Dispenser di Albogroup: le collezioni e le personalizzazioni

Albogroup è leader nella produzione di Dispenser per Hotel dalle alte caratteristiche di design e di qualità di prodotto. Le sue collezioni di Dispenser rispecchiano l’anima italiana dell’azienda, la sua ricerca di stile e di eleganza.
Tutti i dispenser per hotel di Albogroup sono personalizzabili secondo le richieste specifiche del distributore o del cliente, attraverso una particolare declinazione delle grafiche, l’inserimento dei loghi specifici di ogni cliente oppure creando grafiche e stili nuovi e in esclusiva.
I prodotti sono i classici delle hotel amenities: shampoo, balsami per capelli, hair and body wash, saponi liquidi, body lotion e molti altri.
Per maggiori informazioni sulle produzioni personalizzate o per la produzione conto terzi di dispenser per Hotel, contatta direttamente Albogroup.

Alleati naturali preziosi per sostenere corpo e mente

Shampoo solido rigenerante

Shampoo-Balsamo solido plastic free Solid.O Original è uno speciale Shampoo-Balsamo Solido arricchito con Olio di Argan Biologico, Estratto di Avena e Pantenolo (Provitamina B5) dalle proprietà rigeneranti e lenitive. Non contiene siliconi ed è formulato con oltre il 90% di ingredienti di origine naturale.

Albogroup

Tel. 035/541258

info@albogroup.it www.solidoriginal.it

 

 

La beauty routine oggi è tutta d’un pezzo

Chi lo dice che “sono solo saponette”? Shampo,
balsami, detergenti sono diventati “solidi”

Una body routine completa: idrata, deterge e contiene antiossidanti.
Body Wash SOLID.O ORIGINAL 9,90 €

Articolo di EMANUELA GHISLOTTI

E ORA PROVA I COSMETICI SOLIDI

Hanno la forma di un panetto, ma sono shampoo, bagno-doccia,
profumi e dentifrici. Grazia ti mostra la nuova generazione
di prodotti salvaspazio e anti-spreco da mettere nel beauty case
delle vacanze, che portano benefici a te e al Pianeta

di Alice Capiaghi

 

Un mare con più plastica che pesci. È questa la prospettiva, tutt’altro che rosea, da qui a 30 anni. Ma siamo messi così male? Alex Bellini, professione esploratore, è andato a vedere di persona. Con il suo progetto “10 Rivers 1 Ocean” sta percorrendo i dieci fiumi più i sta percorrendo i dieci fiumi più in­quinati al mondo e, con una piccola barca a remi, si è inoltrato anche nel Great Pacifìc Garbage Patch, l’isola di plastica galleggiante al largo delle coste californiane. Attraverso il diario di viaggio si possono seguirne spostamenti e scoperte. E non ci vuole molto a convincersi che è vero, il mare si sta riempiendo di plastica. Uno dei modi per invertire subito rotta è adottare uno stile di vita “plastic-free” a cominciare da quello che compriamo, prodotti beauty compresi. Se quindi l’industria cosmetica è tra le principali responsabili delle tonnellate di plastica che ogni anno vengono disperse nell’ambiente, il cambiamento deve essere repentino: ecco perché molti co­smetici stanno passando dalla forma liquida, con cui li abbiamo sempre conosciuti, a quella solida. Una vera rivoluzione che ha il vantaggio di eliminare le confezioni in plastica, dal tubo dello shampoo fino al flacone dello struccante.
«Il packaging è spazzatura e per troppo tempo abbiamo dovuto soffrire perché è in quantità eccessi­va. Ora che è evidente quello che dobbiamo pagare, sia in termini economici che ambientali, per cui i clienti stanno chiedendo a gran voce a produttori e rivenditori di darci un taglio», sostiene Mark Constantine, co-fondatore di Lush. è stata proprio Lush, infatti, una tra le prime aziende a dare il benservito alla plastica, scegliendo l’Italia come paese da cui cominciare: è di qualche anno fa l’inaugurazione a Milano del primo “naked shop”, un negozio in cui tutto è venduto senza confezioni. D’altra parte, andare alla sostanza delle cose è la natura dei cosmetici solidi. Shampoo, detergenti, balsami e trattamenti per i capelli, ma anche deodoranti e colluttori. Scegliere la forma solida vuol dire rinunciare alla plastica, ma anche togliere l’ingrediente principale delle formulazioni: l’acqua.

«I prodotti cosmetici contengono una percentuale d’acqua che va dal 60 all’85 per cento, mentre gel e detergenti arrivano fino al 95 per cento. Eliminarla significa non solo usarne meno, ma anche avere un prodotto più leggero e meno voluminoso. Il che si traduce in minor inquinamento nella fase di trasporto», dice Mark Smith, direttore generale di Natrue, ente che certifica la naturalità dei cosmetici. Un plus per l’industria della bellezza. «I consumatori sono sempre più attenti alla provenienza dei cosmetici e al loro impatto sulla natura. Acquistare un cosmetico senza acqua ( o con una quantità inferiore) evita gli sprechi e promuove un atteggiamento più eco-responsabile», conclude Smith. Senza contare che i cosmetici solidi garantiscono tempi di conservazione più lunghi, fino a cinque volte maggiori rispetto alle versioni liquide. Inoltre, riducendo o eliminando il contenuto di acqua nelle formule, diminuisce la necessità di aggiungere conservanti. In altre parole, i cosmetici solidi non solo fanno bene al pianeta, ma anche alla nostra pelle.
«Quello che vediamo è una tendenza per il ritorno al classico panetto usato fino agli Anni 60 e poi quasi del tutto sostituito dalle formule liquide, più facili da produrre», dice Danilo Bonassoli, amministratore delegato di Albogorup, nelle cui fabbriche nascono cosmetici e shampoo solidi. Una tendenza nata in Nord Europa, ma che si sta velocemente diffondendo anche da noi. «La spinta definitiva l’hanno data le idee ambientaliste di Greta Thunberg, che sono state raccolte dai grandi della Terra. E così noi, tra i primi in Italia, abbiamo deciso di riconvertire le nostre linee di produzione. All’inizio i principali clienti erano le compagnie di navigazione alla ricerca di prodotti di cortesia da mettere in cabina che non fossero contenuti nella plastica. Poi abbiamo creato Solid.O, una nostra linea di shampoo e docciaschiuma solidi. Ora lavoriamo per mettere a punto una schiuma da barba e uno struccante senza acqua né plastica», prosegue Bonassoli.

Attenzione, però, a chiamarli saponi. I cosmetici solidi hanno solitamente un pH più basso rispetto alla classica saponetta, il che significa che sono molto più rispettosi sia della pelle sia dei capelli. In più non vengono contaminati dai batteri e aggiungono la praticità di poter essere portati ovunque. «Il solido non inquina, non s’inquina e non fa male alla pelle. Inoltre il suo costo sarà sempre più accessibile», afferma Bonassoli. La prospettiva, quindi, è di tornare indietro nel tempo, quando la saponetta era in tutte le case. Unica differenza saranno le formule, oggi all’ avanguardia.

Di Alice Capiaghi

 

Storie di rinascita: Dal macellaio all’erborista «Così abbiamo vinto la crisi»

Chi ha aperto una nuova attività, chi il secondo negozio. Qualcuno ha investito nell’impresa e qualche altro ha assunto: «Se resti lì e aspetti, è la fine di tutto»

Milano che riparte, Mila- no che “sta mai cui man in man”. E la Lombardia che la segue a ruota. Il coronavirus, certo, chi se lo scorda: locali chiusi e quarantene di massa. Il cartello al bar sotto casa: “Avvisiamo la gentile clientela che, a causa dell’emergenza sanitaria, siamo costretti a sospendere il servizio”. Però poi ci sono loro, i nostri imprenditori, quelli che non li fermi nemmeno con una pandemia, che fanno i salti mortali per restare in sella,
che s’inventano l’impossibile pur di non finire in ginocchio. Eroi dei giorni moderni e la quasi totalità fa parte della grande famiglia di Confcommercio. Le ditte della Madonnina – dice la Camera di Commercio – sono cresciute dello 0,9% rispetto all’anno scorso e dell’1,8% sui numeri del 2019: oggi, in città, si contano 31.593 negozi al dettaglio, 1.463 alberghi e 18.264 ristoranti. È che i milanesi son fatti così, a piangersi addosso non sono proprio abituati.

LAZIENDA ALBO GROUP

Non c’è solo Milano, però. A Bergamo, dove un anno fa sembrava dovesse finire il mondo, Antonella e Danilo Bonassoli si sono reinventati completamente: produceva- no set di cortesia per gli alber- ghi (quelle saponettine incar- tate che si trovano nelle stan- ze), è arrivato il covid e sono rimasti a secco. «Se resti lì e aspetti non costruisci più nien- te», dicono. Così han dato una sferzata alla loro attività: ora commercializzano cosmetici solidi e innovativi: shampoo, docciaschiuma in tavoletta, ne bastano sette grammi per farsi una doccia e non inqui- nano nemmeno. «Abbiamo sempre messo una grande passione nella ricerca olfatti- va dei nostri prodotti», spiega Antonella, «è quasi un’espe- rienza ‘gourmet’». La qualità, in fin dei conti, paga sempre.

CLAUDIA OSMETTI

Bellezza: è l’ora dei cosmetici solidi, dalla skincare ai capelli, passando per il corpo

In campo beauty diventa sempre più forte il concetto di «zero waste» che si traduce nella scelta di prodotti con pack ecologici, privi di materie prime inquinanti e formulati con ingredienti green. Caratteristiche che si ritrovano tutte nei cosmetici solidi che, per questo, spopolano oggi nel beautycase

Partiamo dai dati: nell’ultimo anno, sulla base dei 7oomila download registrati dalla app Xtribe, le richieste di shampoo o bagnoschiuma solidi nel nostro Paese sono aumentate del +17%, a dimostrazione di come anche noi italiani siamo sempre più attenti nei confronti dei prodotti green a impatto zero sull’ambiente. A lungo relegati in un angolo, i prodotti formato bar, ovvero saponetta, oggi inondando gli scaffali dei negozi specializzati e dei supermercati, così come le pagine web di beauty shopping online.

UN BEAUTYCASE 100%SOLIDO
E non parliamo solo, naturalmente, di saponi per viso e corpo: shampoo, balsamo per capelli, deodoranti, creme, scrub, tonici, profumi e persino dentifrici spopolano in versione nuda, senza contenitore. Li guardi e la mente torna immediatamente indietro nel tempo, alla beauty routine delle nonne. In realtà, lungi dall’essere vintage, i solidi rappresentano una tipologia di prodotti innovativi, formulati secondo i principi della sostenibilità e della bellezza eco-friendly, che spopolano ormai da qualche anno, e con ingredienti che rispondono alle specifiche esigenze di ogni parte del corpo.

Tra i benefit, riducono il packaging al minimo e facilitano il riciclo delle confezioni che possono essere realizzate, ad esempio, in carta o cartone. Non a caso si parla di prodotti zero waste (privi di plastica). In più, rispetto al prodotto liquido, riducono l’impatto ambientale in quanto permettono di risparmiare fino al 70% di una delle risorse più preziose del pianeta, l’acqua. Non contenendone le formule risultano più concentrate e i cosmetici più facili da conservare. La conseguenza principale è un minor spreco di prodotto, un bene per noi e l’ambiente. In piena linea con la waterless beauty, la tendenza clean di creare formulazioni prive di acqua.

IL TREND DEGLI SHAMPOO BAR
Al Pianeta, insomma, i cosmetici solidi piacciono, e anche a noi perché, oltretutto, sono di super tendenza. Tra loro dominano la scena gli shampoo, tra i primi prodotti lanciati sul mercato in forma solida come alternativa eco alla controparte liquida. Oltre a essere sostenibili, nutrono a fondo i capelli e sono anche convenienti in termini economici perché durano di più. Al loro interno, infatti, vengono usati tensioattivi solidi miscelati a burri e oli vegetali molto nutrienti e dall’alto potere sgrassante, spesso specifici per ogni tipologia di capello. Per questo, quando li si usa, bisogna ricordarsi che ne basta davvero poco. Occorre applicarli direttamente al cuoio capelluto oppure facendo la schiuma tra le mani e strofinandola poi sulla chioma.

15 GIUGNO 2021 di ILARIA PERROTTA

 

Cosmetici solidi: il beauty che fa bene anche all’ambiente

L’impegno per un futuro più green è fondamentale per preservare l’ambiente e cambiare stile optando per i cosmetici solidi è il primo passo da fare

 

Cosmetici solidi, mai sentito parlarne? Sono la nuova frontiera dei prodotti beauty e permettono di seguire una routine di bellezza mirata e attenta diminuendo, però, l’impatto ambientale. Questi prodotti, infatti, fanno parte della waterless beauty una tendenza coreana che ormai da qualche anno sta conquistando tutto il mondo.

La skincare coreana è ormai un must di tantissime, ma in questo campo l’oriente è sempre un passo avanti e già da diversi anni sta studiando questa nuova tendenza di bellezza che vuole prodotti più compatti e potenti dove, tra gli ingredienti, l’acqua è sempre meno presente.

Perché scegliere i cosmetici solidi

Scegliere i cosmetici solidi, balsami, deodoranti, solari, shampoo e non solo, non è un aiuto solo per la cura della pelle ma per l’intero ecosistema che circonda tutti. Diminuire la quantità di acqua dei prodotti permette anche di ridurre la quantità di packaging utilizzando meno plastica e più carta riciclata e riciclabile al 100%.

Inoltre, nonostante l’acqua possa sembrare un elemento innocuo e utile, è bene sapere che porta con sé diversi batteri e, per questo, è indispensabile aggiungere numerosi conservanti. Ciò comporterà quindi una riformulazione con scelte più green, sostenibili e senza conservanti.

Ma i benefici dei prodotti solidi non sono finiti, perché con un’emergenza idrica mondiale sempre più presente e pressante ogni goccia d’acqua risparmiata oggi è un beneficio immediato che permette di usare questa fonte per scopi ancora più nobili.

Cosmetici solidi, i must have

Oltre gli shampoo solidi, le cosmetic bar stanno conquistando sempre di più il mondo della skincare e del beauty. Per facilitarvi la ricerca abbiamo selezionato i prodotti in versione solida da testare subito per una bellezza a tutto green.

AlboGroup – Solid Conditioning Shampoo

Uno shampoo e balsamo con con Olio di Argan Biologico ed Estratto di Avena. Deterge a fondo in modo delicato lasciando i capelli morbidi e leggeri. Immancabile la Provitamina B5 che arricchisce la formula con proprietà rigeneranti e lenitive, efficace anche per fortificare e rendere brillanti i capelli.

Gaia Magenis