Cos’è e come si usa il bagnodoccia per detergere al meglio la pelle? Anche per i prodotti cosmetici per Hotel.

Ogni giorno, usiamo prodotti per l’igiene del corpo, senza necessariamente chiederci perché ne adoperiamo un tipo sui capelli, un altro sul corpo e uno ancora diverso sul viso. Eppure, non ci verrebbe in mente di usare uno shampoo tutti i giorni sul corpo.

La pelle, a diretto contatto con questi prodotti, necessita di cure particolari a seconda della parte del corpo da lavare?
Qual è la differenza tra la formula di un gel doccia e quella di uno shampoo?

Il corpo è avvolto da quasi 2 metri quadrati di pelle, che rappresentano da 4 a 10 chili negli adulti. Non è facile prendersene cura: è l’organo più grande dell’intero corpo umano e lo protegge dalle contaminazioni e dai parassiti. È composto da 3 strati che forniscono una tripla protezione:

  • l’epidermide, lo strato esterno a diretto contatto con l’ambiente. Alla sua sommità c’è lo strato corneo, costituito da cellule morte che fungono da scudo contro gli organismi esterni
  • il derma, un po’ più profondo, dove sussistono nervi e ghiandole sudoripare (che secernono sudore) e sebacee (che secernono sebo)
  • l’ipoderma, nella profondità della pelle, dov’è impiantata la radice di peli e capelli e dove si trovano anche vene e arterie.

Oltre a una barriera fisica, la pelle ha uno scudo per proteggersi: la flora batterica che vi si sviluppa fornendo un equilibrio essenziale per la sua buona salute.

Un gel doccia o uno shampoo eccessivamente aggressivo potrebbe distruggere questa protezione e aprire le porte a parassiti molto meno amichevoli. Non usare il sapone non è la soluzione, poiché è importante eliminare e rinnovare il sebo, una sostanza grassa prodotta dall’organismo che forma un film idrolipidico di protezione e idratazione, evacuato dai pori e dalle cellule morte. Senza la pulizia, la pelle soffoca e il film idrolipidico si rompe.

Bagnodoccia: cosa è come si usa

Oggigiorno tutti si rendono conto che è necessario mangiare sano, ma ancora pochissime persone fanno questa stessa riflessione sui prodotti che mettono sul proprio corpo.

Il bagnodoccia contiene tra l’80 e il 90% di acqua e tensioattivi. I migliori non fanno eccezione alla regola: è la base della formula. Classicamente, un bagnodoccia è composto da acqua, tensioattivi ed emulsionanti fondamentali per la schiumatura e il lavaggio.

A questi si aggiungono gli agenti che conferiscono la consistenza, foam booster che rendono il prodotto più o meno abbondante e persistente, chelanti che agiscono eliminando il calcare, etc.

I bagnodoccia contengono, inoltre, principi attivi idratanti e umettanti, in grado di preservare l’idratazione della pelle danneggiata dai lavaggi, coloranti più o meno perlati per donare all’insieme un colore accattivante e profumo, che spesso è il primo ingrediente allergenico perché è di origine petrolchimica.

Infine, ci sono gli additivi (come estratti vegetali o olii per portare un tocco di cura) e, naturalmente, i conservanti, per proteggere il prodotto dalla proliferazione batterica.

Pulire senza appesantire

Il bagnodoccia è pratico e piacevole da applicare. Ma, come ogni cura del corpo, deve essere usato correttamente per dare i migliori risultati.

Se la maggior parte dei dermatologi è a favore di un’esfoliazione cutanea regolare, altri medici avvertono dei germi pronti a depositarsi sulla pelle nell’ambiente caldo e umido della stanza da bagno. Il giusto, come sempre, sta nel mezzo: un lavaggio quotidiano delicato e un’esfoliazione più vigorosa una volta alla settimana.

Al termine della doccia, è bene assicurarsi di risciacquarsi accuratamente, per evitare che tracce di bagnodoccia rimangano in alcune zone del corpo. La pelle, infine, non va strofinata ma tamponata delicatamente e trattata come quella di un bambino, con amore e dolcezza.

Bagnodoccia: il futuro è solido

I bagnodoccia solidi sono una rivoluzione concettuale. Amore per l’ambiente senza rinunciare alle performances tecniche di un prodotto cosmetico di alta qualità, con ingredienti naturali selezionati e di origine biologica e con formule delicatissime adatte a tutti i tipi di pelli, anche a quelle più sensibili e intolleranti.

A bassissimo contenuto d’ acqua, sono fabbricati con prodotti naturali e confezionati in imballi biodegradabili e compostabili. Tra le aziende leader in Italia nella loro produzione, Albogroup si distingue per la filosofia che sottende i suoi prodotti, destinati a strutture ricettive e alberghiere. Il prodotto di punta di chiama Solid.O Original, disponibile in bagnodoccia, docciashampoo o shampoo: è un prodotto di qualità, ma anche esclusivo perché personalizzabile sia nella formula degli ingredienti sia nella confezione, con il logo della struttura.
Scopri la linea di cortesia in formato solido Solid.O Original di Albogroup qui.

I cosmetici solidi per hotel SOLID.O ORIGINAL sono ancora più sostenibili con la nuova versione divisibile. Dividi la Solid Bar e utilizzala per 2 docce. Usa solo ciò che ti serve!

Il concetto di bagnodoccia e shamppo solido sta diventando così importante che Albogroup ha lanciato anche una linea sedi cortesia per bambino in formato solido, con l’accattivamene immagine di Beba Lena e dei suoi amici. È una linea subito disponibile e personalizzabile secondo le richieste dei clienti.
Scopri la Linea di cosmetici solidi per bambini per gli Hotel qui.

Come leggere l’etichetta del bagnodoccia

I cosmetici possono contenere ingredienti che hanno un potenziale impatto sulla salute. È quindi interessante sapere come decifrare le etichette dei prodotti che acquistiamo. Ma da dove cominciare?

In un’etichetta, l’elenco degli ingredienti è scritto in ordine decrescente. Il primo della lista è, quindi, il composto presente in maggior quantità (spesso acqua). Non viene, invece, indicata la loro esatta quantità per preservare la ricetta dalla concorrenza.

Il numero degli ingredienti è variabile. In generale, è meglio prediligere prodotti con un numero limitato di componenti, perché, se si utilizzano molte molecole diverse, spesso è perché queste hanno una certa tossicità e, quindi, una quantità limitata dalle normative.

I nomi degli ingredienti possono essere in latino o in inglese: i primi indicano le piante e l’acqua.
I nomi in inglese indicano la trasformazione chimica di un prodotto naturale come l’idrogenazione di un olio vegetale. Alcuni sono chiaramente nomi di prodotti di sintesi chimica (come il famoso sodium laureth sulfate o butylated hydroxyanisole). Tale sintesi chimica non è necessariamente un criterio di rischio per la salute.

Ci sono, infine, una serie di acronimi, che indicano additivi e conservanti.
In definitiva, esistono oltre 2500 ingredienti che possono essere utilizzati nei cosmetici. Impararli tutti è impossibile. Per decifrare le etichette, dunque, il metodo migliore è procedere per esclusione:

  • numero degli ingredienti
  • assenza di sostanze controverse
  • contenitore. I componenti della plastica possono, in determinate condizioni, migrare nel prodotto

Esistono delle linee cosmetiche per hotel che vantano importanti certificazioni naturali e che offrono una garanzia ulteriore al consumatore, anche negli Hotel. La linea Feel good… Every day! di Albogroup, per esempio, ora disponibile come saponi e saponette per hotel e a breve anche come dispenser di bagnodoccia e shampoo, è un bell’esempio di prodotto per hotel certificato COSMOS NATURAL da Ecocert e con alte percentuali di ingredienti di Origine Naturale e con ingredienti di Origine Biologica.

Se sei interessato a sviluppare per la tua distribuzione specialistica di prodotti cosmetici destinati agli hotel e retail una linea di hotel amenities certificata, Albogroup è il partner ideale perché grazie alla certificazione COSMOS NATURAL ottenuta da Albogroup puoi sviluppare la tua linea privata con lo stile che preferisci e potrai inserire il tuo logo, scegliere il packaging, la grammatura e il materiale che preferisci e avere la tua linea privata di Hotel Amenities con ingredienti di Origine Naturale.

Applica il Bagnodoccia su una spugna, ma non solo, anche direttamente sulle mani

La spugna, se non fatta asciugare completamente, può essere veicolo di batteri, soprattutto in un ambiente umido, come quello del bagno, che ne facilita la circolazione e la proliferazione.

Per questo, i dermatologi consigliano sempre di più di servirsi delle mani per distribuire il bagnodoccia sul corpo, applicando un leggero massaggio, in modo da far penetrare i principi attivi.

L’uso delle mani ha, inoltre, un secondo vantaggio: è necessaria una quantità inferiore di prodotto perché la spugna ne assorbe una parte, vanificando, con essa, anche i nutrienti contenuti nel bagnodoccia.

Quanto bagnoschiuma usare?

Il bagnodoccia non ha bisogno di essere usato in grandi quantità per lavarsi in modo efficace. È fondamentale, quindi, utilizzarne la giusta quantità: basta una noce. Tuttavia, la maggior parte dei prodotti oggi in commercio è priva di parabeni, ha un pH neutro ed è costituita da una base detergente biodegradabile. L’abuso è quindi inutile, ma innocuo.

A fine doccia usa una crema corpo super idratante

Dopo la doccia, spesso, si ha l’abitudine di asciugarsi velocemente la pelle con un asciugamano, minando la bellezza della pelle. Perché sì, anche se i bagnodoccia sono molto efficaci nel cancellare le cellule morte, non lo sono quando si esce dalla doccia. Indebolita dal calore e dall’acqua dura, la pelle ha, infatti, bisogno di un’asciugatura delicata.

Altrettanto spesso, si tende a saltare la fase di idratazione dopo la doccia, perché non si ha tempo o semplicemente per pigrizia. Per il bene della pelle, al contrario, ci si dovrà soffermare un po’.

Ricca di calcare, l’acqua del rubinetto indebolisce l’epidermide e rende la pelle più reattiva e sensibile. Per calmare le irritazioni e il senso di oppressione che possono manifestarsi dopo la doccia, è quindi fondamentale idratare il corpo con un trattamento nutriente. Albogroup completa sempre le sue collezioni di hotel amenities con proposte di creme corpo idratanti di altissima qualità, con delicate e ricercate profumazioni e che sono una vera coccola per il cliente. Su richiesta in tutte le linee di dispenser per hotel di Albogroup, dalle più smart a quelle più raffinate, è possibile abbinare la crema corpo e completare il servizio di accoglienza.

Grazie alle sue linee di produzioni e alla sua continua ricerca e sviluppo, Albogroup ha sviluppato anche Soap in love, una linea di saponi vegetali, gel doccia, creme mani e lozioni per il corpo di alta qualità e con uno stile fresco ed accattivante caratterizzato a profumazioni originali ed inedite. Soap in love è disponibile in ben 8 profumazioni esclusive:

  • olive & myrtle (oliva e mirtillo)
  • strawberry & champagne (fragole e champagne)
  • mango e papaya
  • raspberry & cinnamon (lampone e cannella)
  • fig & rocket (fichi e rucola)
  • melon & ginger (melone e zenzero)
  • blackcurrant & vine leaves (ribes nero e foglie di vite)
  • violet & fennel (violetta e finocchio)

Il Bagno Doccia SOAP IN LOVE! dalle profumazioni intense ed inedite, a contatto con l’acqua si trasforma in una schiuma cremosa e leggera che lascia la pelle morbida e delicatamente profumata. Fragranze tutte da scoprire in un vero viaggio olfattivo.